Mar 152015
 

Buongiorno a tutti,

c’è qualcuno di Voi che riscontra il problema in oggetto? Si verifica sopratutto la mattina verso le 7.00 oppure la sera tardi.

Giovedì scorso (12/03) ha raggiunto un’intensità elevatissima e pertanto ho provveduto a segnalare la situazione ma, questa volta, non  mi sono limitata al comune di mediglia che, peraltro, si è SEMPRE dimostrato parte attiva sul problema in questione.

Ho scritto all’Arpa, alla Protezione Civile, al comune di Mediglia, al comune di Pantigliate e… dulcis in fundo anche a Peschiera Borromeo, parte in causa del problema dato che la soc. Ecoasfalti responsabile di tali emissioni si trova proprio sul territorio di Peschiera Borromeo.

Tutti gli enti di cui sopra hanno immediatamente risposto dando riscontro o segnalando quanto fatto fino ad ora per portare il problema all’attenzione di chi di competenza ma… il comune di Peschiera Borromeo non ha dato nessun tipo di riscontro.

Visto che tale spiacevole situazione è in essere ormai da qualche anno, Vi proporrei di smuovere un po’ le acque tutti insieme… FORSE, se le segnalazioni cominciano ad essere tante e assidue, è possibile che comincino a prendere in considerazione il problema… cosa ne dite?

Considerate inoltre che la stagione estiva è alle porte e che staremo sempre di più con le finestre aperte e… l’aria che stiamo respirando è ricca di emissioni sicuramente non benefiche (non mi permetto di dire DANNOSE, dato che ad oggi non si riconosce né la presenza né l’eventuale quantitativo di Benzene presente nell’odore che sentiamo).

Emiliana.

 Scritto da alle 10:08
Ott 162013
 

Da dopo l’estate non si hanno piu’ notizie ufficiali e non vogliamo che cali l’attenzione sul cantiere della palestra. L’associazione Il Melograno ha chiesto un aggiornamento sulla situazione. Il testo della mail che abbiamo inviato a Sindaco, Assessori e per conoscenza a molti bettolinesi, e’ al seguente link:

http://www.ilmelogranomediglia.org/?p=793

Continuate a leggere anche il post sottostante a riguardo del Pedibus e relativi commenti. E’ una iniziativa interessante che bisogna cercare di far partire anche a Bettolino.

Dic 202012
 

Utilizzo questo blog e “rubo” pochissime righe semplicemente per ringraziare tutto il corpo docente della scuola materna di Bettolino per il grande impegno messo nell’organizzazione della festa di Natale e delle recite dei nostri bimbi che si sono tenute ieri mattina.E’ stato un momento bello ed emozionante.
Ci tengo inoltre a ringraziare l’Amministrazione Comunale, e’ stata bella ed apprezzata la partecipazione del Sindaco e dell’Assessore Cocucci…i bambini sono stati felicissimi di ricevere i doni portati da “Babbo Natale”…in un momento di difficolta’ per tutte le famiglie, compresa quella “Comunale”, e’ stato un gran bel segnale destinare qualche soldino ai piccoli delle scuole.
Grazie davvero a tutti!
Stefano

Dic 182012
 

Vi copio un e-mail ricevuta dall’ufficio diritti degli animali di Peschiera Borromeo,che ammiro profondamente.So che a tanti non interessa ma io ci provo.
Grazie.
Il Comune di Peschiera Borromeo, su suggerimento dell’Ufficio Diritti Animali gestito dall ’associazione Diamoci La Zampa, ha prodotto un’Ordinanza di divieto di utilizzo di petardi, botti e artifici pirotecnici su tutto il territorio comunale.

L’Ordinanza, approvata il 5 dicembre, vieta “l’accensione ed i lanci di fuochi d’artificio, lo sparo di petardi, lo scoppio di mortaretti, razzi ed altri artifici pirotecnici in tutte le vie, piazze o aree pubbliche dove transitano o siano presenti delle persone”.

L’’Ordinanza è stata adottata in considerazione degli “oggettivi pericoli per le persone, dei rumori molesti causa di disagio e oggetto di lamentele da parte di molti cittadini e del fatto che botti, petardi e fuochi sono causa di stress, morte, ferimenti e traumi per cani, gatti, animali domestici ed uccelli”, come dice il sindaco Antonio Salvatore Falletta.

L’udito del cane e del gatto è molto superiore a quello dell’uomo. Noi abbiamo una finestra uditiva compresa tra le frequenze denominate infrasuoni (al di sotto dei 16 hertz) e quelle denominate ultrasuoni (al di sopra dei 15.000 hertz), il cane invece percepisce fino a 60.000 hertz e il gatto fino a 70.000. Il cane è in grado di udire frequenze superiori alle 80 mila vibrazioni al secondo, la sua sensibilità uditiva è talmente alta che i botti gli causano un vero e proprio dolore.

Nella notte di Capodanno e nei giorni precedenti sono moltissimi i cani e i gatti che, fuggendo dalle abitazioni e dai giardini, finiscono vittime di automobili e causano incidenti. Per non parlare degli uccelli che, disorientati e impauriti, spesso urtano contro gli alberi o gli edifici rischiando di ferirsi e di morire. Molto spesso, inoltre, muoiono assiderati dal freddo, nell’impossibilità di ritrovare il proprio riparo, e di stress. Il Capodanno sia un giorno di festa, ma lo sia per tutti, animali compresi.

L’Ufficio Diritti Animali del Comune di Peschiera, con l’associazione Diamoci La Zampa, ha predisposto un decalogo per salvaguardare gli animali nel periodo “turbolento”.
BOTTI DI CAPODANNO: DECALOGO DEI CONSIGLI PER FIDO E MICIO

Consigli per evitare che la notte di Capodanno Micio e Fido vivano ore di angoscia a causa dei botti

CONSIGLI PER FIDO
1. non mostrarsi troppo protettivi, alimenta le sue paure
2. tenerlo in appartamento, meglio se in una stanza in penombra e lontana dai rumori
3. accendere la musica (Tv o radio): minimizza l´impatto dei botti
4. non tenerlo legato alla catena: potrebbe strozzarsi
5. in passeggiata, tenerlo saldamente al guinzaglio senza liberarlo: il pericolo di fuga è alto
6. assicurarsi che sia facilmente identificabile con microchip o tatuaggio e medaglietta: in caso di fuga e smarrimento, sarà facilmente ritrovato
7. se fugge, cercatelo nei canili e comunicate la scomparsa presentando denuncia di smarrimento a vigili, carabinieri o polizia, avvisate le associazioni animaliste e i siti internet che si occupano di cani scomparsi

CONSIGLI PER MICIO
1. se è abituato ad uscire, chiudere la gattaiola (per un giorno…)
2. manifestare indifferenza accendendo musica o tv per attutire i rumori esterni
3. non lasciarlo solo in giardino ed in balcone: potrebbe farsi male, scappare o buttarsi di sotto
4 preparargli un rifugio alternativo gia individuato magari sotto il letto
5. se si nasconde in casa, meglio lasciarlo nel rifugio che ha individuato
6. nei casi più gravi chiedere al veterinario di fiducia un blando sedativo per tranquillizzarlo
7. se il gatto scompare cercarlo subito in zona: potrebbe essersi nascosto poco distante da casa.
Il Comune di Mediglia farà altrettanto?
Spero di sì!
Anna Bresciani

Ott 252012
 

Qualche pomeriggio fa, in attesa che mio figlio uscisse dall’asilo, mi sono incamminato verso via Lattea in direzione centro civico/ambulatorio medico.
Qualcuno di voi ha presente le condizioni in cui versa quella zona?
Io sono rimasto alquanto basito.
L’ambulatorio medico sembra completamente inutilizzato, sul vetro è tuttora presente un avviso di sostituzione di una dottoressa nel mese di agosto, al centro civico sono perennemente in corso i lavori come recita un altro cartello sulla porta d’entrata ed entrambi gli ingressi sono coperti di sporcizia, erbacce e foglie.
Ad oggi si può sapere come vengono utilizzate tali strutture? Mi chiedo se non ci sono programmi da parte dell’amministrazione comunale per valorizzarle entrambe.
E’ possibile che i medici presenti in ambulatorio siano ormai un miraggio costringendo i residenti a recarsi presso le altre frazioni/comuni con relativi disagi? Dato il sempre più elevato numero di bambini presenti al Bettolino non si potrebbe pensare di istituire un servizio di pediatria quotidiano? Il centro civico non potrebbe diventare distaccamento della sede comunale, magari solo per alcuni uffici (es. anagrafica/ufficio elettorale) e solo per alcuni giorni? Oppure non potrebbe essere “arredato” semplicemente per metterlo a disposizione dei ragazzi del Bettolino come centro di ritrovo piuttosto che vederli costretti a passare i pomeriggio nel “tunnel” vicino al supermercato in piazzetta?
A mio parere sarebbe un gesto di grande responsabilità, credo non con costi elevati, sistemare due strutture “pubbliche” ed offrire dei servizi alla cittadinanza piuttosto che abbandonare tutto all’incivilta’ ed alla sporcizia come da troppo tempo si sta continuando a fare.
Ho scattato qualche foto che vorrei condividere con voi oltre a conoscere il vostro pensiero.
Stefano

Ott 062012
 

Passeggiando con mio figlio per via Carro Maggiore, ho notato spesso il transito del Bus a chiamata di ATM. Incuriosito, sono andato sul sito di ATM Milano ed ho telefonato al call center per avere più informazioni.
Purtroppo ho appurato che il servizio è operativo fino a Peschiera Borromeo e che il transito per Bettolino, è dovuto alle chiamate del Bus fatte dai residenti di Strada Vicinale Fornace ( dove ci sono le cave) di Peschiera Borromeo. Il fatto è che per raggiungere questa strada, il bus è obbligato a transitare proprio per via Carro Maggiore.

A questo punto getto un sassolino nello stagno.
Perchè non chiedere ad ATM, la possibilità di istituire delle fermate a chiamata proprio su via Carro Maggiore? Credo che sia un intervento a costo zero che farebbe contenti tutti. ATM che potrebbe avere un bacino d’utenza più grande senza modificare i percorsi. I residenti a Bettolino, perchè questo bus è un mezzo formidabile per raggiungere velocemente e comodamente la metro di San Donato. La giunta comunale, per eventuali obiettivi raggiunti.
Ringrazio tutti per eventuali contributi a questo post ed il gestore del blog per lo spazio che ci mette a disposizione.

Lug 272012
 

Buongiorno, chiedevo se era possibile far riparare le due panchine vicino all’area cani e magari, se fosse possibile, di aggiungerne una terza.

Nicoletta

Giu 152012
 

Anche quest’anno mia figlia tornerà in vacanza in Svizzera con l’oratorio di Pantigliate;
è una minore, serve quindi il solito modulo di affidamento VIDIMATO dalla polizia di stato.

Come gli altri anni io e mia moglie utilizziamo un giorno di ferie e ci rechiamo agli uffici comunali di Triginto per autenticare le firme su un modulo che poi, unito a quello di tutti gli altri ragazzi, sarebbe stato portato al commissariato di via Mecenate da don Alessio.

Allo sportello mi comunicano che non possono autenticare le firme sul modulo in quanto di competenza della questura.

Facevamo notare che gli altri anni non avevamo avuto di questi problemi e che in altri comuni l’autentica era stata accordata.

Inutilmente.

Chiedo allora che mi mettano per iscritto il rifiuto, iniziano ad alterarsi, la mia era una richiesta “anomala”, mi spiegano che per autenticare le firme ci sono i notai (notoriamente economici) e che a loro era vietato prendere in carico il modulo.
Insisto per avere un riscontro scritto del mio viaggio a Triginto (poteva anche sevirmi per il datore di lavoro) al che la “sportellista”
si reca dal suo “capo” e dopo un pò ritorna con un foglio, senza nessuna intestazione, che secondo lei documentava il motivo del rifiuto all’autentica,
e si rifiutava di appore un qualsiasi timbro comunale al foglio, probabilmete forti della vecchia massima “verba volant…”

Da notare che un ufficiale giudiziario presente (vigile urbano in servizio) si estraniava completamente,
forse sarebbe intervenuto se avessi picchiato l’impiegata, forse.

Insoddisfatto dalle spiegazioni avute, sono andato al comune di Pantigliate, lì ho saputo che il comune dio mediglia
ha mandato una mail ai comuni limitrofi per suggerirre lo stesso suo comportamento (preferisco non chiedermial motivo)
avendo però avuto la fortuna di trovare personale molto disponibile, questo si è preso la briga di contattare telefonicamente il commissariato di via Mecenate
il quale si è dichiarato ben contento di avere un unico interlocutore, peraltro da loro ben conosciuto, ed autorizava ad autenticare le firme.

Io sarò un “capotosta” ma il comporatamento delgli uffici comunali di Mediglia mi è sembrato “incomprensibile”.

Cosa ne dice il sindaco?

E’ normale il comportamento dell’uffcio anagrafe?

E’ normale che ad un cittadino non venga dato riscontro scritto di un rifiuto a procedere?